FIRENZE E LA PELLE

Firenze e la pelle sono un binomio che va avanti da secoli.

Ogni anno arrivano a Firenze milioni di turisti che dopo aver ammirato le opere straordinarie che si trovano nei musei, dopo aver ascoltato le storie e gli aneddoti sui personaggi straordinari che hanno vissuto qui, dopo avere assaggiato le prelibatezze della cucina fiorentina….mi chiedono: “ dove posso acquistare una borsa in pelle? Ma quella buona!”

Eh già.

Firenze è famosa per la lavorazione della pelle, piena di negozi e bancarelle.

E c’è il rischio di perdersi tra tutta questa offerta.

Ed è per questo che io cerco gli artigiani, coloro che lavorano seguendo la tradizione.

Cosi come facevano i fiorentini di una volta.

FIRENZE E LA PELLE

Ed è in questo ambito che vi parlo di Roberta Firenze.

Roberta Firenze

Ma chi è Roberta?

Roberta è la nonna. Di Susanna che di secondo nome fa Roberta.

Quindi il nome è sicuramente giusto!

Vi voglio raccontare di un attività nata tanti anni fa da una coppia di artigiani del mondo della pelletteria che hanno poi trasmesso la passione a tutta la famiglia.

Oltre alla produzione hanno poi aperto alcuni punti vendita a Firenze che oggi sono portati avanti da Susanna, dal fratello e dal cugino.

Roberta era appunto il nome della nonna di Susanna e da cui è iniziata questa passione

Da sempre la famiglia ha cercato di portare avanti la tradizione del lavoro della pelle.

L’obiettivo di Roberta Firenze e’ mantenere alto il valore del Made in Italy con prodotti fatti con passione, con cura.

Per raggiungere questo obiettivo collaborano solo con artigiani che abbiano la stessa passione e che lavorino seguendo la tradizione.

La loro collezione e’ fatta di borse ma anche accessori come guanti, portafogli, cinture dal gusto elegante, classico ma anche pratici e funzionali.

Ultimamente hanno aggiunto alle collezioni anche prodotti come cappelli e foulard ovviamente tutti realizzati con materie prime di alta qualità e scelti con cura in modo da poter essere proposti in abbinamento ai loro prodotti in pelle.

Firenze e’ una città che offre tanto anche dal punto di vista dell’artigianato e quando accompagno i turisti per la città mi piace mostrare realtà come questa.

Nel sito di Roberta Firenze potete vedere i loro prodotti .

E se quando verrete a Firenze potremo andare a trovarli assieme.

Se l’articolo ti piace, iscriviti alla news letter per ricevere i prossimi.

ARTIGIANATO TOSCANO: LA PELLE

Oggi vi parlo di una delle eccellenze riguardo l’artigianato toscano e fiorentino: la lavorazione della pelle.

LA STORIA

La lavorazione del cuoio e della pelle arriva addirittura dal XIII secolo quando Firenze si distingueva già per questa attività.

Stemma Arte Vaiai e Pellicciai

Nella città erano presenti diverse concerie.

Ovviamente tutti gli artigiani del cuoio dovevano essere iscritti all’arte dei Vaiai e Pellicciai che deriva il suo nome dal vaio, uno scoiattolo grigio la cui pelle era usata per imbottire le divise militari, mentre la coda era usata per fare i pennelli dei pittori.

C’erano poi le lavorazioni più pregiate per cui si usava l’ermellino.

La lavorazione avveniva soprattutto nelle zone sulle rive dell’Arno in particolare nella zona di Piazza Santa Croce, che ancora oggi e’ conosciuta per i negozi di pelletteria.

Successivamente , nell’epoca del Granducato di Toscana , la lavorazione delle pelli si estese ad altre zone ed era considerata uno dei biglietti da visita del Granducato.

ARTIGIANATO TOSCANO OGGI

Oggi si parla proprio del “distretto del Cuoio” per descrivere l’area in cui si lavora il cuoio, che comprende zone di Pisa, Arezzo e ovviamente Firenze.

Ed e’ tra queste eccellenze che ho conosciuto Chiara e il suo Talento Fiorentino un brand giovane, che ispirandosi alla tradizione e alla bellezza di Firenze propone prodotti fatti interamente in Italia da abili artigiani che mettono in ogni loro lavoro passione e cura per il dettaglio per creare pezzi unici che tengano alta la qualità del Made in Italy.

Le pelli arrivano dalle concerie di Santa Croce sull’Arno e all’interno del laboratorio Chiara e i suoi collaboratori procedono a tutte le fasi di lavorazione: misurazione, livellatura, taglio e cucitura.

Tiratura della pelle
Lavorazioni della pelle: la tiratura

Misurazione e livellatura, nel caso la pelle che arriva dalle concerie sia troppo spessa.

Il taglio, che permette di di creare forme originali, viene fatto a mano con l’ausilio di forme in metallo che permettono un taglio più netto.

E infine la cucitura.

Tutto rigorosamente a mano!

Oltre ai prodotti in pelle Chiara e i suoi collaboratori propongono anche prodotti di maglieria, sciarpe e foulard, con lo stesso obiettivo di creare oggetti unici e ottimi rappresentanti del miglior Made in Italy.

Potete trovare qui prodotti di Chiara e Talento Fiorentino.

Sosteniamo il Made in Italy, sempre!!

Iscriviti alla news letter compilando il form a fondo pagina per retare ricevere i miei articoli su Firenze, Toscana a e il Made in Italy.