Florence or Tuscany?

Are you planning an holiday and yuu have to decide : Florence or Tuscany?

First of all welcome to my blog!

I am a Florence and Tuscany official Local Guide and like giving informations to tourists because I would like that everybody loves Tuscany and Florence as I do 🙂

I always work with foreigners tourisits and I realized that many time they have a big doubt: Florence or Tuscany?

Therefore I decided to write an article about this differences.

FLORENCE OR TUSCANY : VIDEO OR ARTICLE

I also did a video in which I explain about this.

You can have a look at the video otherwise you can keep reading the article.

Florence and Tuscany

WHAT IS TUSCANY

Italy is devided in 20 regions and Tuscany is one of them.

Some other regions are: Lombardy, Lazio, Puglia, Emilia Romagna, etc.

Sicily and Sardegna are the 2 biggest islands of Italy and are also 2 regions.

In any region we have several towns and also a capital.

Rome is the capital of Italy but also the capital of the region called Lazio, because it is based in Lazio.

Inside Italy we also have 2 countries with their own government.

They are The Vatican which is inside Rome and San Marino which is based between the italians regions of Emilia Romagna and Marche.

WHAT IS FLORENCE

Florence is one of the towns of Tuscany and it is also the capital of the region.

I know it is easy to be confused: many pictures of Tuscany represents hills and sunflowers fields. And that’s true!

Indeed about 80% of Tuscany is made of hills, fields of flowers and country side.

But in Tuscany there are also towns : Florence, Siena , Lucca, Pisa, Prato, Grosseto, Arezzo, Massa Carrara, Livorno, Pistoia.

And the towns of Tuscany are all very nice because they are very well conserved and keeps the original medieval features.

So if you come to visit Tuscany you can spend time visiting very ancient towns but also an amazing coutry side.

See you in Florence and Tuscany!

Ciaoo

Ilenia

Le colonne dei Pisani….

Le colonne dei Pisani….

Come in ogni zona d’Italia, anche in Toscana c’e’ molto campanilismo e c’? grande rivalit? tra le varie citt?.

Quella tra Pisa e Firenze sembra avere origini molto antiche….

Correva l’anno 1117 quando i Pisani si apprestarono ad andare a combatte una dura guerra alle isole Baleari. Non volendo lasciare la citt? incustodita chiesero ai vicini ( e gi? ?rivali…) fiorentini un prezioso aiuto: proteggere la citt?.

Tornati trionfanti da questa guerra i Pisani si sentirono in dovere di fare un dono ai fiorentini: decisero di donare parte del bottino, ossia due colonne in porfido, un materiale che solo gli antichi romani riuscivano a lavorare ( ci riuscir? poi Leon Battista Alberti, ma solo nel Rinascimento!!!!) e che aveva la caratteristica di essere ?particolarmente lucente, tanto da potersi riflettere.

I fiorentini ovviamente, si esaltarono molto per questo dono e organizzarono una grande festa per accogliere le due colonne che arrivarono ben coperte da grandi teli….

Quando pero’ i Fiorentini le scoprirono , si accorsero che le colonne avevano perso la loro principale caratteristica, ossia la lucentezza.

I Pisani infatti, per fare un dispetto, avevano dato fuoco alle colonne prima di farle recapitare agli storici avversari Fiorentini, facendo quindi perdere la principale caratteristica.

Da qui il detto: ” Fiorentini ciechi, Pisani traditori”!!!

Le colonne sono ancora al loro posto, ai lati della Porta del Paradiso di Lorenzo Ghiberti, di cui parleremo in un ?altra occasione….

 

Il Capodanno Fiorentino

Il Capodanno Fiorentino si festeggia oggi, 25 Marzo.

Champagne e botti per tutti!!!!!

Siamo impazziti??? Ebbene no!

IL CAPODANNO FIORENTINO E LA SUA STORIA

Il Capodanno fiorentino
Il capodanno Fiorentino che, fin dal passato, si celebra il 25 marzo.

Fino all’anno 1750 infatti, da un antica tradizione del VII secolo, ?a Firenze l’anno civile iniziava il 25 Marzo, ricorrenza in cui la religione cattolica fa ricadere il giorno dell’Annunciazione, cioe’ quando l’arcangelo Gabriele annuncia alla Madonna che sar? mamma di Ges?, esattamente 9 mesi dopo, quindi il 25 Dicembre.

Nel 1582 si passo’ al calendario Gregoriano secondo cui il primo giorno dell’anno e’ il 1 Gennaio. Ma ai fiorentini poco import?: qui ” ? capodanno l’? ? 25 marzo”.

Ci pens? il Granduca Ferdinando III di Lorena che ?nel 1749 emise un decreto che aboliva il capodanno Fiorentino a favore del Capodanno gregoriano.

Ma anche questa volta, poco import? ai fiorentini che continuarono ad avere a cuore questa ricorrenza che tutt’oggi e’ festeggiata con varie celebrazioni e cortei in citt? che solitamente terminano alla Basilica di Santissima Annunziata per le celebrazioni religiose e dove si rende omaggio alla Cappella della sacra effige della Santissima Annunziata con gigli bianchi.

E come si dice in questi casi, BUONA FINE E BUON INIZIO!!!

Ciao

Ilenia

Il ritratto di Michelangelo

Il ritratto di Michelangelo

Ci sono varie teorie riguardanti questo profilo che si trova su un muro di Palazzo vecchio. La pi? simpatica la attribuisce al grande Michelangelo.

A quel tempo la Loggia dei Lanzi era usata per sottoporre alla gogna pubblica coloro che si erano macchiati della colpa di aver contratto debiti finanziari, sottoponendoli quindi alle ingiurie del popolino.

Si dice che il malcapitato avesse debiti anche con Michelangelo che passando per la piazza e vedendolo alla gogna , chiese alla guardia di turno per quanto tempo il suo “nemico” avrebbe dovuto subire quella punizione.

Udita la risposta Michelangelo replic? cosi:?” E’ troppo poco!! Bisogna che li fiorentini si ricordino di lui pi? a lungo” e si mise all’opera raffigurando il viso del malcapitato sul muro del Palazzo pi? importante di Firenze!!!

 

La torre di Giotto

 

Torre di Giotto

La Torre di Giotto e’ il nome con cui e’ conosciuto il campanile della Cattedrale Santa Maria del Fiore di Firenze, in Piazza San Giovanni Battista.

La storia ci racconta che la costruzione della Cattedrale ?richiese molti anni causa problemi di spazio.

Arnolfo di Cambio, l’architetto autore del progetto mor? poco dopo aver iniziato l’opera.

Gli succedette Giotto che, non potendo continuare a lavorare alla cattedrale per i gi? citati problemi di spazio, si dedic? alla costruzione della Torre campanaria, che prese il suo nome.

In realt? Giotto inizi? solo i lavori nel 1334, che proseguirono poi sotto la direzione di Andrea Pisano e furono terminati da Francesco Talenti nel 1360 circa.

Il tema generale delle decorazioni del Campanile e’ il percorso che l’uomo, dopo la dannazione del peccato originale, deve fare per raggiungere la salvezza.

Le decorazioni furono affidate, nei vari periodo di costruzione, a vari artisti: la maggior parte delle formelle furono fatte da Andrea Pisano, gi? autore della Porta del Battistero ( ora Porta Sud), alcune statue furono fatte da Donatello.

La torre si pu? visitare e ovviamente dalla parte pi? alta si pu? ammirare un panorama mozzafiato!!!

 

Contact ME

Any question about this experience? Fill the form below